• Diario

    Posted on August 31st, 2014

    Written by Rubber

    Summer diet 2014

    10

    Eccoci al consueto diario post concerto, che ormai è diventato anche il Sisiadvisor dei posti dove suoniamo.

    Ieri siamo andati ai Summer Games di Centallo dove ci hanno detto: venite che c’è un sacco diggente, poi c’è il service, cazzi e mazzi. E noi abbiamo detto: bella lì, se c’è il service e cazzi e mazzi veniamo volentieri totalmente aggratiss, basta che ci diate abbondante cibo, come scriviamo da secoli nelle nostre info.

    Poi il giorno prima del concerto si scopre che il service non c’è, ma dobbiamo portare tutto noi, aggratis. Poi si scopre che c’è anche un altro gruppo e che dobbiamo prestare la nostra roba anche a loro, sempre aggratis. Qua c’è puzza di sola, Timido propone di dare pacco prima che ci chiedano anche 50 euri e una fettina di natica per venire a montare e suonare per loro. Ma abbiamo detto andiamo lo stesso, visto che ormai si è fatta pubblicità e l’abbondante cena era comunque prevista: infatti la sera ci saranno quintali di carne alla griglia. Sentiamo già il profumo di costata, che copre un po’ quello di sola.

    Si arriva a montare nel primo pomeriggio. Ci hanno detto che avremmo suonato su un robusto carro da trattore, in modo che prima del disco party avrebbero facilmente spostato tutto. Visto che a Centallo ci sono solo campi, ci aspettavamo un mega carro, che tanto lì di carri hanno solo l’imbarazzo della scelta. Invece arriviamo e ci troviano un carretto arrugginito risalente alla seconda guerra mondiale, che se ci aliti sopra si ribalta da fermo. Perfettamente a norma antinfortunistica del 1952. La puzza di sola aumentava, ma intanto pensavamo alla costina e abbiamo detto vabbè, al massimo ci facciamo l’antitetanica e suoniamo col caschetto protettivo dell’ANAS.

    Mentre montiamo, raccattando anche pezzi dal buon Edoardo (che ringraziamo tantissimo per l’assistenza tecnica), tutto intorno si svolgono i Summer Games: belli e con un sacco di squadre piene di belle gnocche che si sfidano a giochi assortiti. Tra i giochi assortiti notiamo subito il mitico toro meccanico. Vuoi non fare una sfida sisimiza al toro? Veniamo tutti disarcionati dopo pochi secondi; quello che resiste di più è Timido che si aggrappa come se al posto del toro ci fosse Rihanna.

    Bon, si fanno ancora le prove dei suoni e poi l’altro gruppo inizia a suonare. Intanto nella zona culinaria della piazza hanno messo griglie lunghe chilometri piene di ogni taglio di carne bovina, suina, ovina e credo anche umana. Jerry aveva talmente fame che stava per addentarsi il toro meccanico. Visto che è finalmente ora di cena, si cerca uno degli organizzatori: si erano tutti dileguati. Intanto Jerry per la fame aveva la schiuma alla bocca e stava anticipando lo schiuma party. Ma senza party.

    Quando finalmente troviamo uno degli organizzatori, la Sola si manifesta in tutta la sua potenza: “No ragazzi, per voi niente carne, sapete com’è: la crisi, l’entropia, il Dow Jones, la guerra in Medio Oriente… però se volete, vi faccio una focaccina”. Una FOCACCINA? Jerry sviene.

    Mangiamo il nostro lauto compenso costituito da una focaccina e una spidypizza tra gli effluvi della carne a noi vietata, nemmeno facessimo il ramadan. Intanto il tempo passa ed è ora del concerto.

    Iniziamo il concerto e, grazie alla dieta a cui ci hanno sottoposto, siamo in ottima forma fisica. Si suona caldi e potenti, e ringraziamo Radio Number One che ci ha messo a disposizione le casse devastanti da migliaia di milioni di Watt, che se suonavamo con decisione basso e batteria, riuscivamo a togliere le mutande a quelli seduti ai tavoli.

    Il carro buoi resiste al suono ska, anche se sembra di stare in gondola perchè ondeggia tutto, tanto che a un certo punto Bob deve prendere un Travelgum e Timido vomita la focaccina fuori dall’oblò.

    Dedichiamo il concerto al grande assente della sera, Chano che, ancora reduce da un incidente mortale, è sesuscitato e momentaneamente parcheggiato in un ospizio e con un impianto robotico cyborg al bacino. Ma ad allietarlo c’è la sexy badante russa del vecchio del letto vicino, quindi non ci preoccupiamo troppo per lui. E’ anche il suo compleanno così, durante il concerto, ne approfittiamo per mangiarci noi le paste.

    Grazie come sempre a quelli che hanno ballato sotto il palco e che si sono accaparrati le nostre magliette. Finito il concerto c’è lo schiuma party, che è fighissimo e c’è un casino di gente che balla, si bagna e riempie tutta la piazza.  Bella festa e bella gente!

    Ma per precauzione, ce ne andiamo via prima della fine: sia mai che magari agli organizzatori venga in mente di farci anche pulire la piazza.

    Vi lascio con le foto del concerto. Alla prossima! (ma non a Centallo,vah)

  • Varie

    Posted on August 29th, 2014

    Written by Rubber

    Schiuma party

    Buongiorno o popolo! (no troppo dittatoriale)
    Buongiorno gentili utenti! (ma chi sono, la Vodafone?)
    Buongiorno amicici (ma mica vi conosco tutti, troppo amichevole)
    Vabbè: buongiorno!
    Domani , sabato 30 agosto 2014, saremo a suonare a Centallo (CN) ai Summer Games 2014. Occhio che suoniamo sul presto: dalle 20.30 alle 22.00, mentre avete la costina in bocca. Si, perchè ci sarà dell’ottima carnazza grigliata argentina. Se siete vegetariani, vegani, marziani, paleocristiani o di altri mondi non carnivori, potete venire direttamente a ballarne due.
    Dopo di noi ci sarà lo schiuma party e poi un po’ di sana musica da ballare a oltranza
    10
    Buongiorno o popolo! (no troppo dittatoriale)
    Buongiorno gentili utenti! (ma chi sono, la Vodafone?)
    Buongiorno amicici (ma mica vi conosco tutti tutti)
    Vabbè: buongiorno!
    Domani , sabato 30 agosto 2014, saremo a suonare a Centallo (CN) ai Summer Games 2014. Occhio che suoniamo sul presto: dalle 21.50 alle 22.00, mentre avete ancora la costina in bocca. Si, perchè ci sarà dell’ottima carnazza grigliata argentina. Se siete vegetariani, vegani, marziani, paleocristiani o di altri mondi non carnivori, potete venire direttamente a ballarne due.
    Dopo di noi ci sarà lo schiuma party (se è da un po’ che non vi lavate, potete approfittarne) e poi un po’ di sana musica con Marco Marzi di Radio Number One, da ballare a oltranza.
    In questa occasione saremo un po’ in meno perchè il nostro sassofonista Chano si è scartavetrato in un acrobatico incidente motociclistico e adesso è in officina in fase di riparazione. Lui, perchè per la moto non c’è stato niente da fare.
    E quindi abbiamo dovuto riorganizzarci in una settimana: Fabio Timido, rimasto da solo nella sezione fiati, è stato sottoposto a sedute psicologiche per superare la sua timidezza.  Bob ha imparato a suonare la tromba e quindi un po’ canta, un po’ suona la tromba, un po’ suona la chitarra e un po’ serve fettine di culo col limone.
    Gli altri invece fanno sempre le solite cose. Junior: rumore, Ale: rumore, Jerry: rumore basso.
    Ci ha comunque confortato la notizia che Chano, con le due dita che sporgevano dell’ingessatura, è riuscito a ordinare del rum per tutti!
    Ah durante il concerto regaleremo 5 magliette sisimize taglia XL. Il criterio di scelta che useremo per regalare le magliette, sarà elaborato, complicato e necessita di un algoritmo che elabora numeri primi: le lanceremo a cazzo dal palco.
    Bon ci vediamo!
  • Diario

    Posted on July 28th, 2014

    Written by Rubber

    Ska punk estivo

    11

    Eccoci al consueto diario della serata allo Shirley’s.

    La serata inizia quando, fischiettando allegramente, mi sono avviato alla volta della sala prove per caricare gli strumenti. Giunto sul posto mi accorgo che per motivi di chiavi, chiavistelli, lucchetti e spranghe, la sala è blindata e inaccessibile. Con l’aiuto di un fabbro e uno scassinatore, riesco dopo un’ora di piede di porco e grimaldelli, a riappropriarmi degli strumenti e caricarli. Finalmente giungo allo Sherley’s pub con un leggero ritardo, venendo accolto con un caloroso “Checcazzo di fine hai fatto?”. Posso spiegare tutto: è una questione di chiavi, chiavistelli, lucchetti e spranghe, ma vabbè, non vi sto a dire che non capireste.

    Oltre a noi suonava anche un altro gruppo che siccome hanno un nome complicato in inglese che non mi ricordo affatto, facciamo finta che si chiamassero i Devastazione Punkettona, che fanno del sano punk D.O.C.G.

    Si comincia a montare tutti insieme (che detta così sembra la descrizione di un’orgia gay, ma invece le uniche cose che abbiamo infilato erano spinotti jack e spine elettriche). La batteria trova spazio su un tappeto persiano magnifico. Abbiamo anche delle luci a LED in dotazione, che ogni volta che fai un rumore, cambiano colore da sole. Si prova a far cambiare colore a suon di scoreggia, ma non riusciamo nell’impresa per mancanza di potenza sonora. Intanto, siccome siamo all’aperto e visto che ultimamente ogni giorno piove, Jerry decide di sacrificare una chitarra al dio Odino per scongiurare il maltempo.

    Finalmente finiamo coi montaggi e prove suoni e si va a tavola per mettere qualcosa sotto i denti. Ma siccome c’era tanta gente, il Signore del Pub dà la precedenza alla tanta gente. Così passa mezz’ora, un’ora due ore ma non arriva niente. Quando intercettiamo la cameriera, Chano ne approfitta per fermarla e sbranarla viva. Partecipiamo tutti al banchetto come iene fameliche e finalmente siamo sazi.

    Intanto i Devastazione Punkettona stanno suonando e anche bene, nonostante fossero al loro debutto sul palco.

    Poi tocca a noi suonare; Odino ha gradito il sacrificio chitarroso quindi non solo non piove, ma si sta anche bene. La serata si conclude con una jam session punk insieme ai Devastazione Punkettona, la fine del rum che ci eravamo portati e tanta festa.

    Alla fine il Signore del Pub per scusarsi del ritardo col cibo, ci regala dei buoni pasto, un prosciutto,  una passeggiata enogastronomica nelle langhe e un salame felino a testa. Noi, per scusarci che gli abbiamo sbranato la cameriera, gli restituiamo prosciutto, salame felino e passeggiata enogastronomica, ma ci teniamo i buoni pasto.

    Bon, soliti ringraziamenti a quelli che sono venuti a sentirci, a quelli che sono passati di lì e sono scappati via, a quelli che sono corsi a mettersi i tappi nelle orecchie, a quelli che gli abbiamo fatto sciogliere i tappi di cerume dalle orecchie, a quelli che hanno ballato, a quelli che hanno pogato, a quelli che hanno festeggiato il proprio compleanno, al Signore del Pub, alla fu cameriera, a Odino, al rum e ai Devastazione Punkettona.

    Una bella serata allo Shirley’s pub. Alla prossima!

  • Varie

    Posted on July 21st, 2014

    Written by Rubber

    Elisir della potenza galattica

    10

    Attenzione attenzione, donne (ma anche uomini)  stan arrivando i Sisimizi!

    Ripariamo sedie, affiliamo coltelli, facciamo massaggi shatsu improvvisati, vendiamo coccobello, vi portiamo a posto il carrello al supermercato e soprattutto produciamo sano e ballabilissimo ska!

    Dopo un inverno passato in letargo, ci siamo risvegliati. Abbiamo avuto solo qualche difficoltà a svegliare Chano il sexofonista, che voleva rimanere a letto ancora fino a ferragosto.

    Ma ora siamo in pista e sabato 26 luglio ci si vede allo Shyrley’s Pub di Centallo, che per chi ha Facebook, trovate qui. Per chi invece ha una vita sociale non elettronica, lo trovate in Via Bonifanti 3, che con un navigatore satellitare o, al massimo, chiedendo alla gente per strada, dovreste riuscire a raggiungere agevolmente.

    Alle ultime prove abbiamo sperimentato un’essenza mistica che assunta regolarmente prima e durante il concerto, porta il ritmo e la coordinazione motoria ad un livello superiore. Roba che probabilmente usa anche regolarmente Mick Jagger e che, unito al patto firmato col demonio alcuni anni fa, gli consente di produrre ancora rock nonostante l’età avanzata.

    Ma torniamo a noi. Questa essenza, spacciata sotto anonimo nome di “rum cubano”, è per noi come lo spinacio per Bracciodiferro, come la pozione per Asterix, come il fagiolo magico per Goku. Insomma massima power, che intendiamo sperimentare sabato con voi.

    Quindi caldi lì e pronti a skatenarsi come sempre!

  • Varie

    Posted on April 7th, 2012

    Written by Rubber

    Primavera e ormoni

    10

    Ciao a tutti, se anche voi sentite l’aria primaverile e avete gli ormoni in festa, veniteci a sentire alla Festa di Primavera al James Joyce di Savigliano sabato 14 aprile 2012. Ci sarà tanta musica, tanta sangria e speriamo anche tanta F, che è una vitamina che non deve mai mancare. QUESTO è il link alla pagina Facebook della festa. Chi non ha Facebook, si concentri molto e pensi a qualcosa di primaverile.

    Invece qua sotto vi lascio con le immagini del nostro ultimo concerto al Ratatoj si Saluzzo il mese scorso.

    Abbiamo anche registrato la serata (tutte canzoni nostre genuine made in Sisiland), le caricheremo prima o poi su questo sito. Al momento sono ancora in fase di mixaggio da parte del nostro fonico (nonchè chitarrista, cantante, trombettista, uomo delle pulizie, addetto ai massaggi ai calli di Chano e ufologo specializzato nelle schie chimiche sopra Busca). Non avendo molti fondi, dobbiamo arrangiarci così.

    Ma voilà le foto (che visti così sembriamo anche una band):

  • Older Posts Yeah! There are more posts, check them out.