• Diario

    Posted on August 27th, 2006

    Written by Rubber

    Tags

    Concerto a Arguello (CN)

    Rieccoci qua con un’altra pagina del Sisidiario, sul nostro concerto ad Arguello, bellissimo borgo perso sulle colline delle langhe. Questa pagina del diario è un po’ lunghetta perciò se siete intenzionati a leggere le avventure dei vostri eroi, consiglio di stamparvene una copia e portarvela in bagno dove, “rilassandovi” potrete godere appieno della lettura.

    25 agosto 2006

    I Sisimizi giungono in loco con ogni mezzo nel tardo pomeriggio, dopo aver sbagliato più volte strada ed essere finiti in varie cascine in un tripudio di galline che volano e cani da guardia che li assalgono e abbaiano peggio di Cujo di Stephen King. Chano arriva per ultimo scendendo con la macchina da un sentiero praticamente verticale sulla collina. Non sappiamo come ha fatto,ma lui è il Divo e ha i suoi trucchi. Abbiamo un service mostruosamente attrezzato con milioni di microfoni, monitor, effetti, luci, roba che non sappiamo a cosa serve e anche la macchina del fumo (speriamo che il fumo sia buono!). I Sisimizi, abituati a suonare dividendonsi in 6 un microfono, rimangno inizialmente spiazzati ma poi, apprezzando la fantastica qualità dell’acustica e la potenza delle casse da migliaia di vatt, decidono di effettuare la prova microfoni a rutti, che risuonano devastanti per i vigneti delle colline circostanti. Speriamo che la vendemmia non ne risenta troppo.

    Insieme a noi deve suonare un gruppo simpatico di Milano, i Solidamòr, con cui fraternizziamo subito, e che sono molto bravi, tanto che gli abbiamo comprato anche un CD che vi consigliamo.

    La proloco di Arguello (un applauso per la proloco) ci ha preparato una deliziosa cenetta a base di ravioli, salsiccia, “persi pièn” e altre delizie locali annaffiate con dell’ottimo Dolcetto fatto in casa di uno degli organizzatori, Fabrizio (ovazione per Fabrizio!).

    Pieni come degli strudel farciti, dopo avere preso tre razioni di tutto a testa andiamo a metterci la nuova fantadivisa da Sisimizi, comprata per 2 soldi alla fiera dell’est (siamo fighissimi) e saliamo sul palco. Finalmente,diversamente dal solito, riusciamo addirittura a sentirci mentre suoniamo così non facciamo nemmeno schifo come si potrebbe pensare dopo un mese di ferie. E riusciamo addirittura a fare muovere dei culi tra gli spettatori. Bob si lancia anche in dissertazioni filosofiche sul tema “amore e merda”. Appena le abbiamo, metteremo in rete le registrazioni della serata con alcune chicche per chi non c’era… Comunque bella serata e bel concerto.
    Dopo di noi si esibiscono i Solidamòr e le formiche si lanciano tutte sotto il palco a ballare come dei tarantolati. E nelle ultime canzoni Chano e Luke salgono sul palco con l’altro gruppo improvvisando una bellissima jam session. Insomma, è finito tutto a tarallucci e vino D.O.C.G.
    26 agosto 2006

    Intanto la mezzanote è ampiamente superata, ma la serata dei Sisimizi non finisce qui perchè ci si trasferisce tutti (tranne Junior che ci snobba) ad una cascina di un’organizzatore, sempre Fabrizio (applausi per Fabri,Fabri,Fabri..) che ci ospita e ci fa assaggiare dell’ottima e potente birra trappista belga che ci stimola a cantare pezzi tipici piemontesi. Eravamo già arrivati a “Madonnina dai riccioli d’oro” quando vedo dalla finestra una distesa di nocciole messe lì nel cortile ad asciugare… esco e mi ci tuffo dentro, seguito a ruota da Jerry e da Bob, che quando c’è da fare una minchiata ci sono sempre. Si sta benissimo, ci facciamo diverse vasche a rana e ne usciamo ritemprati. Siccome tra una cosa e l’altra sono già le 6 del mattino e inizia ad albeggiare, decidiamo di trasferirci su una collina tra i noccioli a vedere il sorgere del sole. Qui Bob, dopo avere fatto il verso del suino pazzo come solo lui sa fare, si lancia giù dalla collina facendo “Sonic”, ed inventando così un nuovo sport, di cui parlerò in maniera approfondita in un’apposita rubrica perchè ne vale la pena. Si visitano vigne e frutteti circostanti, mangiando frutta a scrocco e si va finalmente a dormire. Sono le 7.30 del mattino, si punta la sveglia a mezzogiorno, in tempo per l’aperitivo seguito da un pranzone in un’osteria…dura la vita del musicista!

    This entry was posted on Sunday, August 27th, 2006 at 17:22 and is filed under Diario. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
  • 1 Comment

    Take a look at some of the responses we've had to this article.

    1. Fabrizio
      Aug 31st

      7 anni 7 di Sisimizi ad Arguello!!
      Ciao da Arguello tutta e da tutti gli Arguellesi (vi ricordo che in paese sono solo in 9…)
      Ciao

      Fab

  • Leave a Reply

    Let us know what you thought.

  • Name (required):

    Email (required):

    Website:

    Message: