• Diario

    Posted on June 26th, 2009

    Written by Rubber

    Tags

    Note e monti

    10

    Brutti zozzoni!

    E’ bastato dire che suonavamo ai 1.900 e rotti metri di quota, in un posto raggiungibile solo in un’ora di macchina tra curve assurde e dirupi, un posto in cui la notte prima nonostante sia estate ha nevicato e dove il tempo non prometteva nulla di buono…. e voi vi lasciate subito intimorire e non venite a sentirci!

    Devo comunque dire che nonostante tutte queste avversità, si è suonato lo stesso di fronte agli sporadici avventori temerari accorsi al rifugio alpino. E soprattutto si è mangiato un delizioso pranzetto ipercalorico e ci si è pure abbronzati visto che, a colpi di ska, abbiamo fatto aprire le nuvole. Tanto che adesso ci hanno chiamato anche nella bassa per suonare tra i frutteti quando si prevede grandine.

    Il nostro concerto si chiamava “Esperimenti musicali d’alta quota” che è consistito in varie cose, tra cui:

    • Arrivare sani al rifugio
    • Ubriacare il sottoscritto a Pastis e farmi suonare a tempo
    • Fare cantare Bertu nonostante la carenza di ossigeno

    Gli esperimenti sono pienamente falliti. Abbiamo imballato più volte la macchina per arrivare al rifugio, rischiando anche di “rubattare” giù dalla montagna perchè avevo caricato il furgoncino mettendo i pesi tutti da un lato. Il pastis poi non mi aiutato andare a tempo, ma in compenso ho visto la madonna. Infine la carenza di ossigeno ha piegato Bertu che è rimasto senza fiato ed ora per riprendersi va in giro con due bombole da Sub sulla schiena. Che sono anche un po’ scomode per girare in paese.Specie perchè ci teneva ad abbinarci anche un paio di pinne. Anche jerry aveva carenze di ossigeno e ogni cinque minuti si doveva sedere come gli anziani dopo che fanno le scale.

    Da questo esperimento sul campo abbiamo dedotto che non abbiamo il fisico per suonare in condizioni estreme,per cui d’ora in avanti faremo solo più concerti in condizioni ottimali di temperatura/pressione/umidità. Condizioni che,purtroppo, si trovano solo sulle spiagge caraibiche e quindi siamo costretti a trasferisci lì. Che sofferenza.

    Ma ora vi lascio con le foto. Notate le facce provate dei soggetti.

    This entry was posted on Friday, June 26th, 2009 at 12:38 and is filed under Diario. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
  • 0 Comments

    Take a look at some of the responses we've had to this article.

  • Leave a Reply

    Let us know what you thought.

  • Name (required):

    Email (required):

    Website:

    Message: