• Diario

    Posted on April 2nd, 2010

    Written by Rubber

    Tags

    10

    Eccoci qui. La primavera è alle porte, bussa, ma fatica a entrare. Infatti fa un freddo che gela le chiappe ed anche altre parti basse particolarmente sensibili. I Sisimizi escono lentamente dal letargo e partono alla ricerca di ghiande, agnolotti farciti e Nebbiolo, di cui sono ghiotti.

    Il decennale della band inizia con un concerto al Povero Ragno, Pub gestito da rugbisti e popolato da gnocche: insomma bulli e pupe. In mezzo ci sono i Sisimizi, attirati dalle gnocche, ma spaventati dai rugbisti e che quindi con questo metodo del bastone e della carota si esibiscono in un’ottima performance.

    Junior è pure arrivato con l’amplificatore aggiustato: dopo che aveva provato inutilmente a farlo mettere a posto dal negozio di strumenti musicali e dall’elettrauto, è riuscito a farselo aggiustare dal tizio che ripara i frigo sotto casa sua. E il fatto che questa cosa sia un fatto vero, la dice lunga sulla qualità dell’attrezzatura Sisimizosa.

    In programma ci sono ora due matrimoni, per i quali stiamo preparando pezzi popolari, sfociando nel nuovo genera ska-liscio, e portandoci così pericolosamente alla deriva “Casadei”, che avevo paventato nello scorso post.

    Al momento dobbiamo valutare i futuri concerti, anche perchè il nostro Kalu sta preparando il fagotto per andare a cercare fortuna in Irlanda, da cui non sappiamo se tornerà e, se si, quante nuove malattie veneree avrà collezionato.

    E comunque, finalmente pubblico le foto del Povero Ragno,che fin ora non sono riuscito per via di un problema: erano rimaste incastrate nella reflex di Chano e ci sono voluti i pompieri per estrarle.

    Ciao a tutti e Buona Pasqua!

    This entry was posted on Friday, April 2nd, 2010 at 12:37 and is filed under Diario. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
  • 0 Comments

    Take a look at some of the responses we've had to this article.

  • Leave a Reply

    Let us know what you thought.

  • Name (required):

    Email (required):

    Website:

    Message: